Mutuo con cap

definisce mutuo quella tipologia di finanziamento concesso dalle banche finalizzato all’acquisto di un immobile. I mutui possono essere di tre tipologie, tutte vantaggiose a seconda delle condizioni economico-finanziarie del richiedente:
–    A tassi fisso
–    A tasso variabile
–    A tasso variabile con cap


In questo articolo vogliamo analizzare il terzo tipo di mutuo, che può essere definitivo come un’evoluzione del tasso variabile.
Conosciuto anche come mutuo con interest cap o mutuo capped rate, il mutuo con tasso variabile cap è molto diffuso in questo periodo economico, in quanto garantisce la convenienza del tasso variabile, con una maggiore tutela per il richiedente. Infatti coloro che scelgono di accendere un mutuo a tasso variabile corrono il rischio di vedersi aumentare la rata di rimborso a seconda delle oscillazioni di mercato in modo imprevedibile.
Proprio per arginare questo pericolo costante e mantenere l’opzione a tasso variabile come quella economicamente in media più vantaggiosa è stato introdotto il tasso variabile con cap.


Ma come funziona il mutuo con cap? l’istituto di credito erogante tutela il contraente da negative variazioni improvvise del tasso di interesse attraverso una polizza assicurativa che andrà a coprire la cifra eccedente a un tetto massimo stabilito in fase di stipula del contratto di mutuo, garantendo quindi una cifra massima di restituzione, oltre la quale il tasso di interesse relativo al mutuo non cresce più, indipendentemente dalle oscillazioni del mercato.
La regolazione di questo tetto è determinata sulla base dell’Euribor a tre mesi, che si ottiene calcolando la media dello stesso indice nei tre mesi antecedenti, avendo come risultato il valore della rata per le successive tre mensilità. A questo tasso si aggiunge lo spread deciso dalla banca erogatrice.
Alla luce di quanto appena detto, il mutuo a tasso variabile con cap risulta decisamente vantaggioso in periodi economici con tassi di interesse molo bassi ma destinati a salire nel breve o medio periodo.


Il mutuo a tasso variabile con cap permette quindi di sfruttare i vantaggi di un tasso in linea con l’andamento del mercato, mantenendo la garanzia  di un limite massimo al di là del quale non si può andare.

Leave a comment