Cessione del quinto: aumentano le richieste nel 2021

La crisi economica continua a colpire i lavoratori italiani e le loro famiglie. In questo senso sono sempre di più le persone che decidono di “ridursi” lo stipendio e di destinare una parte alla restituzione di un prestito per ottenere liquidità.


Secondo l’ultimo studio di Prestiti.it, più del 16 % delle richieste di prestiti registrate in Italia nei primi tre mesi del 2021 corrispondevano a finanziamenti con cessione del quinto. Questo implica una crescita di tre punti rispetto al 13 % registrato nello stesso periodo dell’anno scorso.


La cessione del quinto è un prestito personale non finalizzato riservato a dipendenti con un contratto di lavoro fisso e a pensionati.  Si tratta di un prestito comodo e sicuro in quanto prevede una restituzione automatica tramite la propria busta paga / pensione. Inoltre, consente di ottenere somme sostanziose di denaro in prestito, in base alla durata scelta e allo stipendio del richiedente. Il motivo è che nella cessione del quinto, le rate di rimborso non possono superare un 20 % del compenso netto mensile del titolare del prestito.
In base all’indagine condotta su 20mila domande di prestito nei primi tre mesi del 2012, Prestiti.it ha evidenziato che a voler cedere un quinto sono soprattutto gli uomini, che rappresentano il 74% del totale, contro il 26% delle donne.


Le ragioni per le quali è cresciuto il numero di richieste di cessioni del quinto bisogna cercarlo nelle maggiori restrizioni di banche e società finanziarie per quel che riguarda l’erogazione di prestiti.

Leave a comment